Zastosuj identyfikator do podlinkowania lub zacytowania tej pozycji: http://hdl.handle.net/20.500.12153/408
Tytuł: Zakończenie. Fraternitas - od pragnienia do urzeczywistnienia
Tytuły równoległe: Summary. Fraternitas - from yearning to fulfilment
Sommario. Fraternitas - dal desiderio alla realizzazione
Autorzy: Paszkowska, Teresa
Słowa kluczowe: fraternitas; braterstwo; bracia; paradygmat Kaina; życie braterskie
Data wydania: 2013
Wydawca: Wydawnictwo KUL
Źródło: Fraternitas - od pragnienia do urzeczywistnienia, T. Paszkowska, Lublin 2013, s. 315-325
Abstrakt: The word “brotherhood” functions in the vernacular, basically without causing profound emotions. We unconsciously attribute positive content to it, based on the assumptions of the natural laws, honouring the so called bonds of blood or we apply the kinship to the spiritual sphere, expecting to find a sense of unity in those who are unified through common ideals (gr. philadelphia). In various periods of history the term fraternitas (fraternité) usually riveted social attention by one of its aspects, which was made into a slogan and a dynamism which was to cause a stir among many. We notice this in ancient Greek and Roman thought, where in the space of family life (many circles of kinship), social life (Gnostic or agrarian fraternities), religious life (circles of cult) the term was used within a scope relevant to the situation. In the modern world, fraternity slogans became part of revolutionary aspirations (the French and Soviet revolutions), as well as of the later romantic visions concerning making people fraternize in unions (various types of fraternities) or cooperative movement (the vision of E. Abramowski). The paper is entitled “Fraternitas - from yearning to fulfilment”, thus pointing to the dynamism of the reflection: in the point of departure there is yearning, based on the skill inscribed in the human nature, which did not lose its direction, but was greatly weakened because of sin (a disability in the area of loving one’s brothers). Because of this in human history there is always a deficit of fraternitas to be seen, both in the sense of consolidated virtue lacking in particular persons, and in the experience of community life, where brotherhood is not undertaken. In this paper the chapter devoted to this issue is entitled: “The paradigm of Cain - brotherhood not undertaken”. The next two chapters, based mainly on Old Testament thought, take up the issue of primogeniture and election, which, as a particular privilege, generated conflict situations between brothers. The fifth chapter points at this particular fons fraternitatis, which springs from the eternity and, through the Son of God’s Incarnation, is situated among people, resulting in the first realization of brotherhood in the history of mankind. The next chapters shows the community of the Church as a communio fraternitatis with various individual and community initiatives: anchorites or in the form of shaping brotherly life in cenobium, the Franciscan model of fraternitas, the contemporary consecrated life (in its various charismatic forms - to be the signum fraternitatis for all). The current reflection, written into the context of theological anthropology maintains the spirituality character and aims at describing the “spirit of brotherhood,” which in practice could add dynamic to interpersonal relationships towards the experience of brotherhood.
Il termine "fraternità" vieneusato nel linguaggio popolare senza suscitare emozioni particolari. In modo spontaneo abbiniamo questa espressione ai contenuti molto positivi: quando si parla di relazioni di parentela oppure quando si riflette sulla sfera spirituale e sugli ideali di vita condivisi (gr. philadelphia). Il termine fraternitas (fraternité) fu utilizzato lungo tutta la storia delle diverse epoche culturali e veniva adoperato come parola chiave per suscitare il dinamismo delle singole persone, come anche delle intere nazioni. Nel pensiero della filosofia greca e romana questo termine descriveva le relazioni all'interno della vita familiare (diversi cerchi della parentela familiare), della vita sociale (fraternità degli gnostici oppure degli agricoltori), della vita religiosa (vari cerchi di culto). Nel mondo contemporaneo lo slogan di fraternité è diventato emblematico per certi movimenti rivoluzionari (rivoluzione francese e sovietica), come anche è stato ripreso dai vari gruppi basati sulle idee romantiche di un mondo pacifista (la cultura hippy degli anni '60) oppure il movimento di cooperazione economico-socialista (la visione di E. Abramowski). Lo studio viene intitolato: „Fraternitas - dal desiderio alla realizzazione”, indicando così il profondo dinamismo della riflessione stessa, la quale parte dalla descrizione del desiderio umano „di essere per e con gli atri”, il quale è molto indebolito a causa del peccato originale (insufficienza nel amare gli altri), sebbene rimanga però sempre indicativo per la persona umana. Pare che sia questa una delle significative cause nel perenne deficit della fraternitas, sia nella continua mancanza della virtù in quanto alla singola persona, come anche nell’esperienza della vita comunitaria, dove la vita fraterna non sempre appare matura e accolta pienamente. Il capitolo secondo di questo studio dedicato alla riflessione appena menzionata viene intitolato: „Paradigma di Caino - fraternità non realizzata”. I due capitoli seguenti prendono in considerazione il pensiero dell'antico testamento sulla primogenitura e l’elezione, questioni che indicano un particolare privilegio e che spesso generano situazioni di conflitto tra i fratelli. Il quinto capitolo indica in modo specifico la cosiddetta fons fraternitatis, la quale parte dall'eternità e attraverso l'Incarnazione del Figlio di Dio si colloca tra gli uomini creando tra di loro e con loro la prima e vera fraternità. Il capitolo seguente mostra la comunità ecclesiale come communio fraternitatis con i singoli individui alla comunione fraterna ed ecclesiale (anacoreti, cenobiti, il modello francescano e diverse forme della vita carismatica (essere il signum fraternitatis per tutti). Il lavoro si chiude con l’ultimo capitolo parallelo al primo dove si trattava del concetto della fraternità. Quest'ultimo capitolo si concentra non solo sul concetto della fraternità, ma descrive il processo della crescita della vita fraterna iniziata dal Figlio di Dio. Alla fine per modellare un autentico homo fraternitatis, nel quale fosse visibile la vera immagine dell'unico Verus Frater. Questa riflessione, immersa nel contesto dell'antropologia mantiene però il suo carattere spirituale e conduce alla descrizione dello „spirito di fraternità”, il quale permette di mettere in atto il dinamismo delle relazioni che conducono alla costruzione della fraternità.
Opis: Rozdział stanowi podsumowanie badań przedstawionych w monografii o charakterze duchowościowym. Fraternitas jest tu ujęta jako sprawność antropologiczna i duchowa, na tle naturalnych i społecznych dążeń urzeczywistnienia braterstwa powszechnego.
URI: http://hdl.handle.net/20.500.12153/408
ISBN: 978-83-7702-749-3
Pojawia się w kolekcji:Książki/rozdziały (WT)

Pliki tej pozycji:
Plik Opis RozmiarFormat 
Paszkowska_Zakonczenie_Fraternitas_od_pragnienia_do_urzeczywistnienia_edited.pdfRozdział końcowy601,49 kBAdobe PDFPrzejrzyj / Otwórz
Pokaż pełny rekord


Ta pozycja jest udostępniana na licencji Creative Commons Creative Commons